Un “Pranzo dell’Alleanza” tra i tre centri anziani di Sermoneta

Un “Pranzo dell’Alleanza, amicizia e fratellanza” tra tutti i componenti dei tre centri anziani di Sermoneta per condividere un momento di incontro, ma anche per celebrare il ritorno alla normalità dopo i faticosi anni della pandemia.
Il 2 giugno circa 400 soci dei Centri sociali anziani di Doganella di Ninfa, del Centro storico e della Pianura di Sermoneta si sono ritrovati a Doganella per condividere un pranzo, organizzato dai presidenti dei tre centri Giuseppe Casillo, Dante De Santis e Giuliano Mugnai, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Sermoneta, il comitato parrocchiale di Doganella di Ninfa con il suo presidente Alberto Lampacrescia e il Conad Superstore del Sermoneta Shopping Center. Il ricco pranzo è stato cucinato da un nutrito gruppo di soci dei tre centri.
«Un momento conviviale che è servito a ritrovare una socialità che il Covid ci aveva fatto perdere», spiegano i tre presidenti, che ringraziano «tutti coloro che sono intervenuti e hanno trascorso qualche ora insieme in allegria e spensieratezza».
«Queste iniziative rinsaldano lo spirito di comunità», spiega il consigliere delegato ai Servizi sociali del Comune di Sermoneta Alberto Battisti, «una comunità che vuole essere sempre più unita e coesa e queste iniziative lo dimostrano. I nostri anziani sono i custodi del nostro passato e fonte di insegnamento per i giovani, per questo come amministrazione sosteniamo convintamente le attività dei centri anziani, per i quali vogliamo essere un punto di riferimento fondamentale per le loro attività». A partecipare al pranzo, tra gli altri, c’erano anche il sindaco di Sermoneta Giuseppina Giovannoli e l’assessore al welfare di Cisterna Carlo Carletti.